Altra rocambolesca biografia illustre di Manu Larcenet che con la sua solita brillante immaginazione ci porta nel mondo del Flagello di Dio. Attila l’Unno. Un ritratto pieno di malinconia e debolezza da parte di un’uomo che non sa più cosa desiderare, cosa conquistare, come espandere i suoi confini. Motivo per cui demotivato abbandona tutto alla ricerca di se stesso. Come nelle precedenti “rocambolesche” biografie di Vincent Van Gogh e di Sigmund Freud, Larcenet ci regala sorrisi e pensieri tristi che assieme ne fanno un racconto unico per delicatezza.

Annunci