Una delle tante storie emerse negli ultimi anni sotto il filone apocalittico. Ma questa ha qualcosa di particolare. In ogni pagina si respira un’esasperante e affascinante banalità del male. Si perchè in situazioni così estreme, in un nuovo medioevo le persone cambiano e non sono nemmeno lontanamente paragonabili a ciò che erano prima. Sono bestie e bestiali sono gli atti commessi per sopravvivenza o per banale malvagità di ribellione verso un mondo che li ha abbandonati. Ricorda molto il nostro Ratigher e Derf Backderf. Agghiacciante.