Prima dello splendido “Gli anni Migliori” (uno dei fumetti più belli mai letti), Stefano Casini ci porta nuovamente un uno scorcio di provincia. Con storie di vita vissuta, malinconici e bizzarri ricordi e tanta tanta umanità. Uno di quei fumetti che vorresti non finissero mai. Anche stavolta sembra di stare nel set di un film di Federico Fellini. Tanti personaggi indimenticabili. Tanti eroi e tanti freaks che si mescolano tra loro, poichè nella vita è facile passare il confine dell’uno e dell’altro ma la nostra storia è quella che rimane. Proprio come noi ce la ricordiamo. Come noi vogliamo ricordarcela. Quella rimarrà nostra per sempre. Grazie Casini.

Annunci