Il secondo volume di una storia alla ricerca di se stessi. Come nel primo volume, c’è la voglia di godere delle cose più semplici. Una serie di scenette dolci, apparentemente docili e romantiche, ma che a tratti nascondono la spietata realtà, l’incongruenza della nostra società che va troppo veloce, che corre senza meta e senza senso.  Larcenet di mostra un mondo fatto di cose semplici, di emozioni genuine e la spietatezza della vita di campagna. Si riflette, si ride, c’è tanta malinconia e tanta tenerezza. Ricorda a tratti la spensieratezza e genuinità di Watterson con Calvin & Hobbes. Mitico.

Annunci